Dio, il tempo e l’Universo

Dio nell'Universo

Investigare la trama del Cosmo

Nell’ambito della religione, l’intervento di un Dio creatore avviene al di fuori del tempo e dello spazio, cioè trascende le nostre azioni. Se rimaniamo nell’immanente, bisogna domandarci se le leggi della fisica sono in grado, non soltanto di spiegare la struttura dell’Universo, ma anche il ruolo della nostra presenza nel Cosmo.
L’ordine dell’Universo è frutto del caso o di un progetto preciso?
Indagando la trama nascosta del Cosmo possiamo sperare di dare una risposta a questa domanda?

Dove non arriva la religione, può forse arrivare la fisica.

Se tutto fosse fermo, il tempo ci sarebbe ancora? Una risposta definitiva a questa domanda ci aprirebbe le porte al soprannaturale. Sono convinto che lì, in quella risposta, si nasconde il significato della nostra presenza nel cosmo.

Apparentemente tutti sappiamo cos’è il tempo, ma provate a rispondere a un bambino che vi chiede, appunto, «cos’è il tempo?». Se vi troverete in difficoltà a soddisfare la curiosità di quel bambino, sappiate che siete in buona compagnia, quella di tutti i pensatori che ci hanno provato finora, compreso Sant’Agostino, che diceva “io so cos’è il tempo, ma appena me lo chiedono, non lo so più”. Se ci pensate bene, questa è una cosa strana, che nasconde, ma anche evidenzia, cose straordinarie. Se, come si può ipotizzare, il tempo non scorre, perché semplicemente è, allora nemmeno finisce. Pensateci bene: sarebbe una grossa consolazione.

(…)

*Questo testo è l’incipit di un ambizioso libro su Dio, il tempo e l’Universo che ho messo in programma e che spero di completare. Vista la portata degli argomenti, che coinvolgono la scienza, la religione e la filosofia, per arricchirne il contenuto ritengo utili le vostre idee in proposito, che potete postare qui di seguito e che avrò cura di annotare.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>